Nel Parco della Reggia di Caserta lungo la via dell’acqua, un complesso sistema di vasche, fontane e canali sotterranei, il tutto creato e realizzato come effetto scenografico di assoluto prestigio, grazie a un sistema ingegneristico maestoso conosciuto come l’acquedotto Carolino che alimenta 3 km di vere e proprie opere d’arte, tra queste troviamo la Fontana dei tre Delfini.
Una fontana in marmo travertino di Bellona composta da tre delfini dalle sembianze grottesche, sotto di esse vi è una piccola grotta utilizzata per la manutenzione, ma anche come punto di sosta. Quando è aperta, la si può utilizzare come punto di sosta e per beneficiare del microclima fresco e non umido al suo interno.
L’opera venne realizzata tra il 1776 e 1779 da Gaetano Salomone, su disegno di Carlo vanvitelli. In principio dovevano essere 4 sirene ma il Figlio dell’architetto o su volere del re, cambiarono il soggetto della fontana. Anche con questo cambiamento , si ritiene che la simbologia della fontana è rimasta immutata. Il significato dell’opera rimane l’elemento dell’acqua e la sua potenza.

La fontana si affaccia su una grande vasca che nel corso del tempo e fino ad oggi , ospita numerosi eventi sportivi e mondani.

In questa splendida location, l’amaro Moly offre una degustazione a tutti i turisti del Parco. A completamento della giornata la presenza dei Rievocatori Storici “Fantasie D’epoca” .
Per l’occasione anche l’antica pasticceria Pompeiana ha offerto le sue Gocce Perlate. Un abbinamento unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *